La Croce

Dall'imperatore Costantino (in hoc signo vinces) ai cavalieri medioevali, da oriente a occidente, nell'architettura come nei gioielli, nel passato come nel presente, la croce resta un segno che rappresenta il credo dei cristiani di tutte le confessioni. Noi l'abbiamo interpretata attraverso un simbolico viaggio attraverso i luoghi di culto della cristianità (Roma, Bisanzio, Gerusalemme, il monte Athos) e ancora sui passi di San Francesco e dei primi cristiani. I criteri sono rimasti sempre gli stessi: metallo nobile, smalto, artigianalità. Parti essenziali della collezione Rosarium, le croci si sono evolute diventando ciondoli, charms e bracciali pensati non come simbolo di moda, ma come segno di appartenenza.

_DSC7628
 

Fos kai Zoe

la croce che al suo interno racchiude le due parole in greco antico “Fos” (Luce) e “Zoe” (Vita), la loro intersezione compone la Croce, fu trovato questa croce nella tomba di un cavaliere di San Giovanni accompagnata dalla spiegazione del segno, si ritiene che sia stata la prima croce ad essere indossata dai primi cristiani.

 

Ezechiele

Una delle croci più singolari della collezione Rosarium, classica nella forma su cui abbiamo unito stili diversi, ruvido il piano contrasta lo smalto panna presente nei lati, unisce aridità estetica e purezza, una terra arida pronta ad essere resa feconda.

_DSC8454
 

Un'idea dentro ad una storia

Mi piace pensare che Rosarium al dito di una persona lo rappresenta, lo racconta. E cosa racconta? Racconta un’esperienza di vita che si basa sull’alzare gli occhi al cielo. In questo modo noi siamo testimonianza stando zitti. Quando lo indosso si vede chi sono dentro; non mi copre, mi svela.